Produttivita

Cos'e la gestione della conoscenza PKM? (esempi e strumenti)

Constantin Minov 4 min lettura
Cos'e la gestione della conoscenza PKM? (esempi e strumenti)

Tra le digital soft skills più importanti, in un contesto lavorativo sempre più digitalizzato, la domanda che sorge spontaneamente è  questa: come mi organizzo il patrimonio di informazioni e contenuti?

Ma non dobbiamo per forza parlare di lavoro. L'accumulo di elementi digitali di nostro interesse come appunti, immagini o idee è in costante crescita. Se pensi che eliminando la carta hai risolto tutti i problemi legati all'organizzazione allora sappi che non è affatto vero .

Motivo per cui in questo articolo volevo delineare un insieme di strumenti e processi necessari per organizzare meglio la propria conoscenza personale in un contesto digitale.

Andiamo a scoprire insieme perché il PKM potrebbe essere una soluzione definitiva.

Personal knowledge management (PKM)

Un PKM non è altro che un deposito di idee, un luogo dove puoi immagazzinare e custodire informazioni che raccogli durante le tue attività scolastiche, lavorative oppure personali.

Sebbene il termine PKM abbia guadagnato un'immensa popolarità di recente, in realtà non è niente di nuovo. Nei vecchi tempi, chiamato anche Common place book, veniva utilizzato per compilare conoscenza, scrivere libri oppure fare ricerche.

Oggi, addirittura, viene definito come un secondo cervello digitale, mentre alcuni lo chiamano anche digital garden oppure Zettelkasten. In realtà non sono altro che sigle e termini per definire l'approccio di come ci organizziamo la propria conoscenza digitale.

Ho davvero bisogno di un PKM?

Dobbiamo aver presente che nell'era digitale siamo sempre più bombardati di informazioni. Per questo motivo, organizzare la propria conoscenza è sempre più necessario ed opportuno.

Chiunque sia dotato di uno smartphone, sicuramente ha già avuto a che fare con un PKM. Il tuo sistema esiste, ma non è probabilmente uno che hai progettato o scelto consapevolmente.

Indipendentemente dal tipo di lavoro che ognuno svolge, ciascuno di noi viene messo alla prova quando si tratta di organizzare note, appunti, immagini o idee.

Motivo per cui la logica dietro il PKM può aiutarti a organizzare in modo più efficace le cose da fare.

Ora. Immagina se potessi:

  • Catturare facilmente le tue idee in un unico posto
  • Creare un database su cui puoi costruire e sviluppare nuove connessioni
  • Ritrovare facilmente quello che serve
  • Non pensare più alla logica di archiviazione perché già definita
  • Organizzare idee e progetti senza stress sfruttando un'insieme di processi costruiti ad hoc

Come costruire un sistema di gestione della conoscenza personale?

Di seguito le funzioni chiave di un PKM

1. La raccolta delle idee [Idea storage]

L'informazione ha un punto di ingresso. Molte delle nostre informazioni digitali rientrano in questa categoria prima ancora di organizzarle.

Ad esempio:

  • ti è appena stata inviata una email per completare un'attività di lavoro
  • hai appena acquistato un corso su Udemy che non hai ancora completato
  • devi prendere appunti per un progetto specifico
  • hai aggiunto un segnalibro in Instapaper per il futuro
  • hai appena visto un video che ti è piaciuto su YouTube
  • qualcuno ti ha inviato un messaggio importante su Telegram
  • hai appena scaricato un'immagine da Pinterest

Ora. Se pensi di poter ricordare tutto ciò a memoria, ti garantisco che otterrai come risultato solo di esserti complicato la vita. Motivo per cui dovresti creare una sorta di regole su come gestire tutti questi input.

Chiamerò così il punto di ingresso magazzino di idee. Il suo compito sarà quello di facilitare l'ingresso delle idee da più fonti nel nostro PKM garantendo la loro giacenza per un periodo determinato. La stessa cosa vale per file, cartelle, e qualunque altro tipo di oggetto digitale.

Ecco qui un esempio di come ho strutturato la raccolta delle idee [Idea storage]  (Clicca per ingrandire) 👇

Idea Storage

Strumenti utili per la raccolta delle idee [Idea storage]

2. La lavorazione delle idee [Idea factory]

Qui puoi facilitare la diffusione dell'insieme delle idee, contenuti, note, foto in un unico posto per ragionarci sopra.

Pensa a una sorta di lavagna digitale dove puoi espandere il pensiero visivo, creare mappe mentali, progetti vari, oppure sviluppare relazioni.

Non tutte le gemme che hai raccolto servono, quindi scarta il superfluo e tieni solo ciò che ha senso.

Di seguito un esempio di come ho strutturato il cosiddetto Idea factory 👇 (Clicca per ingrandire)

Idea Factory

Ed ecco alcuni strumenti di pensiero visivo che ti propongo, dove puoi elaborare i dati raccolti nello step precedente.

Output  [Action point]

Uniti i punti, hai bisogno di un modo per esprimerli. Cosa produci sta a te decidere. Il tuo sistema PKM dovrebbe a questo punto facilitare l'esportazione in altri contesti dei risultati ottenuti.

Ad esempio:

  • consegnare un progetto di lavoro
  • scrivere un blog
  • preparare una tesi di laurea
  • caricare un video per YouTube
  • pubblicare un libro
  • gestire la tua vita
  • organizzare meglio un team di lavoro
  • costruire una casa da zero
  • fare una presentazione in PowerPoint
  • metti qui la tua ....

L'output è di fatto il risultato che produci a valle dell'elaborazione mentale dei materiali disponibili. È qui che trasformi le tue idee in realtà.

Ed ecco qui un esempio. 👇 (Clicca per ingrandire)

Output (Action Point)

Risorse consigliate per costruire il tuo PKM

Trovare l'app giusta che si adatta alle tue esigenze è assolutamente una parte integrante per costruire un PKM di successo. Ricordo tuttora che il framework non ha per forza bisogno di strumenti ma bensì un set di regole su come sviluppare relazioni tra le tecnologie che stai già utilizzando.

Potresti prendere appunti di testo in Drafts o Google Keep, raccogliere idee in Mymind o Raindrop, gestire progetti in Trello o Evernote, fare mappe mentali in Xmind o Mindnode e scrivere un eventuale libro in Ulysses o Scrivener oppure esportare un documento in PDF o PowerPoint e cosi via.

Di seguito ti lascio una lista di app che ritengo utili per creare un PKM di successo.

p.s. Tu come hai organizzato il tuo PKM digitale?

Condividere è prendersi cura ❤️
Commenti
ti potrebbero interessare: Minov Blog
Cos’è Evernote?
Produttivita

Cos’è Evernote?

In questa recensione ti mostrerò passo passo come funziona Evernote, i suoi pro e contro e quali sono le app
11 min lettura

💌 Newsletter: Resta aggiornato!!!

Nella newsletter condivido suggerimenti pratici sulla produttività, letture consigliate📚, strumenti per migliorare l'efficienza del tuo lavoro 👨🏼‍💻, contenuti su design visivo 🧑‍🎨 e approfondimenti più importanti del mondo tech.

Ottimo! L'iscrizione è avvenuta con successo.

Bentornato! Ti sei iscritto con successo.

Ti sei iscritto con successo a Minov Blog.

Successo! Controlla la tua email per il link magico per l'accesso.

Successo! I dati di fatturazione sono stati aggiornati.

La fatturazione non è stata aggiornata.